Wind, tu quoque

 Dopo pochi mesi dall’unione/acquisizione di Wind da parte dei russi di Vimpelcom, a seguito di un progetto di riorganizzazione, l’ex azienda di telecomunicazioni italiana, nata da una costola di Enel, prevede l’esternalizzazione della gestione della propria rete e quindi la cessione di un numero di lavoratori che, si prevede, va da circa 600 a più di 1500.  Gli acquirenti probabili … Continua a leggere

Allergici all’ambrosia? Non andate all’Enel!

Hai già sentito parlare dell’Ambrosia? Non parlo del cibo degli dei dell’Olimpo, ma dell’omonima pianta erbacea molto conosciuta da chi soffre di allergie ai pollini. Se non l’hai mai vista sappi che a Novara, nonostante sia obbligatorio rimuoverla, è molto facile da trovare: eccone un campione molto rappresentativo fotografato in Via Domenico Maria da Novara, una traversa di C. della … Continua a leggere

Canaletto a Orta: 7 Euro, 4 quadri, una ladrata

Per il titolo di questo post prendo a prestito le parole scritte da mia figlia nel libro delle firme posto su un tavolino alla fine di una mostra che è stata, come è facile intuire, parecchio deludente. 7, sette, Euro a testa! Gli studenti 5. Accidenti, in quattro abbiamo speso 24 Euro! Ma allora per farti entrare al Louvre o alla … Continua a leggere

Le regole? Vanno rispettate, ma solo dagli altri

  Sono orgoglioso di presentarvi alcune splendide immagini della novaresissima Via Gnifetti. D’accordo non è proprio un bijoux per via di quei marciapiedi scalcagnati, l’intenso traffico e un arredo urbano non proprio da centro storico, però è una gran comodità: non ci sono assolutamente problemi di parcheggio! Chi non è pratico della zona guardi le foto per convincersi. (cliccate sulle … Continua a leggere

Precipitosi o riflessivi?

Riprendo con convinzione la scrittura di nuovi articoli su questo mio blog, ma non parlo, per una volta, di questioni prettamente locali, colgo invece l’occasione per fare alcune considerazioni sull’uso di internet per “fare comunicazione”. Lo faccio prendendo a prestito alcune parole di un articolo appena letto su l’Espresso dell’ 11 Agosto 2011. L’articolo parte dall’errore grossolano commesso da tutte … Continua a leggere

Quando manutenzione significa sicurezza

  Ancora sulla manutenzione, quindi. Tema molto sentito dai cittadini, meno dai nostri amministratori sia pubblici che privati. E la ragione è semplice: la manutenzione è considerata soprattutto un costo e inoltre “rende” molto meno rispetto alla realizzazione di nuove opere; se non altro per quanto riguarda l’immagine di chi le commissiona. Ma tenere in ordine strade e marciapiedi non significa forse onorare la propria … Continua a leggere

Genio e sregolatezza

Per anni, dopo che la stessa fu realizzata, mi sono domandato come, la meravigliosa pista ciclabile di Via Marconi, che nasce nel nulla e finisce nel nulla, sarebbe stata raccordata con le adiacenti Via Gnifetti e Largo Don Minzoni. Ce n’è voluto del tempo, poi, con i lavori di ristrutturazione dei marciapiedi della Via Gnifetti, la mia curiosità ha trovato … Continua a leggere

Cittadini menefreghisti o degrado urbano?

La domanda sorge spontanea. Sì perché la cosa può essere vista in due modi completamente differenti: la sitazione indecorosa che possiamo osservare dipende dallo scarso senso civico degli abitanti di quella zona oppure dalla scarsa attenzione da parte delle istituzioni? Da una parte c’è qualcuno che sporca, coscenziosamente, senza curarsi del fastidio procurato agli altri, senza timore di incorrere in sanzione alcuna. … Continua a leggere

Lasciateci lavorare

   Prima e…   …dopo! Siamo bravi! Noi amiamo dedicarci alle grandi opere, alle nuove realizzazioni, all’apertura di cantieri per cementificare. La manutenzione no, noi non l’amiamo: vero che anche voi un po’ la odiate? E’ una di quelle cose che quando la fai passa sempre inosservata e dà sempre poco lustro ad un’amministrazione che si rispetti. Lasciateci fare e lo Stadio … Continua a leggere